RSS Feed

Dostoevskji e la forza romantica delle parole

15 luglio 2005 by Admin

Le canaglie deridono la mia ignorante e retrograda fede in Dio. Quei babbei non si sono nemmeno mai sognati una forza di negazione di Dio come quella che ho messo nell’Inquisitore e nel capitolo precedente, la risposta al quale è data da tutto quanto il romanzo. Non è come un imbecille qualsiasi (fanatico) che io credo in Dio. E quelli lo vogliono insegnare a me e ridevano della mia arretratezza! Si, ma la loro stupida natura non si è nemmeno mai sognata una forza di negazione come quella che ho attraversato io. Loro vorrebbero insegnare a me!
Fëdor Mikhailovič Dostoevskij (note a I fratelli Karamazov)


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *